About

Anna Stocco  | Esperta in Comunicazione e Marketing, Art Director, Digital Educator in Visual Content Storytelling

Anna Stocco | Esperta in Comunicazione e Marketing, Art Director, Digital Educator in Visual Content Storytelling

Sono un’esperta in Comunicazione e Marketing, una Art Director senior, oltre che una paziente educatrice in materia di Visual Content Storytelling, in pratica un valido aiuto a chi desideri risolvere problemi di comunicazione e quindi fatturare!

Mi occupo di contenuti e costruisco immaginari che aiutano a promuovere la cultura di brand. Credo fortemente nelle scienze della narrazione e mi affascina la dicotomia fra immagine e realtà. Faccio analisi, ricerca, pianificazione e progettazione di content strategy, ideando contenuti originali, permettendo immaginari coerenti e credibili. Attualmente svolgo le mie attività per un importante Gruppo Bancario Italiano.

Se ritieni importante l’indicazione geografica tipica, ti interesserà sapere che sono nata a Castelfranco Veneto nel 1982. Sono cresciuta in pianura quindi, dove, sin da piccola ho presto compreso di aver qualcosa da raccontare agli altri. Durante gli anni del liceo infatti, oltre a studiare, ho trascorso diverso tempo nei boschi, dove, macchina fotografica alla mano, ho imparato a giocare con le luci. Sono state sicuramente quelle giornate all'ombra e tra i sassi che poi mi hanno portata ad amare la fotografia. Già allora era chiaro per me: c’è sempre qualcosa da scoprire e a cui appassionarsi.

FullSizeRender.jpg

Così tanta la mia immaginazione che fin da piccola il mio più grande desiderio è quello di “fare apparire qualcosa che non si vede”.

Dopo il liceo scientifico ho intrapreso dapprima gli studi in Economia e Gestione delle Arti e delle Attività Culturali all’Università Ca’ Foscari di Venezia, dove mi sono laureata nel 2006, poi mi sono specializzata in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale all'Università Degli Studi di Bologna. Correva l’anno 2008 e per me era giunto davvero il momento di imparare sul campo, mettendomi all’opera quanto più trasversalmente possibile, solo così, ne ero certa, avrei scoperto come fare emergere i miei talenti.

anna_stocco.JPG

Avevo imparato molto sul linguaggio visivo, ma sapevo l’iconografia essere una scienza trasversale, per farla mia dovevo fare esperienze e avere competenze diversificate: lavorare ad un solo progetto sembrava insufficiente, figuriamoci smettere di studiare.

Mi sono iscritta a diversi corsi di specializzazione poiché volevo capire, volevo toccare con mano: prima un corso in “Web Design”, poi uno in “Video Editing” e un altro in “Illustrazione e Modellazione 3D”. Quasi contemporaneamente avevo anche iniziato a insegnare “Tecniche di Ripresa e Montaggio” in un Istituto Tecnico Superiore; e stavo collaborando come Video-giornalista pubblicista in una nota Emittente Televisiva Regionale. Eppure, dieci anni fa, il palinsesto di quella TV, non poteva offrire spazio a momenti di racconto diversi da quelli politici o di cronaca locale.

Il cinema documentario e il giornalismo partecipativo mi sembravano invece veicoli e soluzioni plausibili per dare voce a ogni persona che avesse una storia significativa da “tramandare” agli altri. Diedi vita a “Italia Delle Storie”, un progetto e un portale dedicato ai video-racconti che fotografavano la realtà contemporanea. L’idea era divulgare in rete, grazie alla volontà di partecipare dei liberi cittadini, tante piccole narrazioni trans-mediali: storie di vita o storie imprenditoriali, contributi raccolti direttamente nelle piazze. Il progetto fu accolto all’edizione di Internazionale 2012 e paragonato a “Comizi D’Amore” (Pasolini 1965). Fu una grande soddisfazione.

anna_stocco_philip_bloom.jpg

Forse non è necessario raccontare tutte le storie, ma di certo vale la pena ascoltare chiunque. “Italia Delle Storie” è stato un mio progetto importante soprattutto per questo.

A poco meno di un anno di distanza, partecipai a Venezia alla Master Class dedicata a Direttori Della Fotografia, tenuta da Philip Bloom, noto Videographer e Direttore della Fotografia inglese (Red Tails, 2012, Lucas Film) il quale mi chiamò poi a collaborare con lui. Così, dal 2013 al 2016 iniziai a viaggiare per il mondo, facendo da Tutor nel corso delle Master Class, facendo da Line o Location Assistant nelle serie documentarie di CNN. Furono anni di grande impegno e grandi soddisfazioni.

Collaborando con il maestro Bloom finii per ottenere anche un pò di notorietà! Grazie ai contatti ottenuti potei anche intensificare la mia attività da libera professionista.

Forte dell’esperienza sul campo, unita al mio bagaglio di conoscenze vinsi nel 2013 un bando per ricercatori in materia di Visual Storytelling, all’interno del Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. L’esperienza di collaborazione con l’Università Ca’ Foscari proseguì poi con l’ottenimento nel 2015 di una seconda borsa di ricerca presso Fondazione Ca' Foscari.

sportmuse_anna_stocco_cafoscari

Nella ricerca è stato interessante capire come arrivare a rafforzare e innovare l’identità produttiva e culturale dei Distretti.

Ho svolto diversi incarichi come docente o relatrice in materia di Visual Storytelling, sia all’interno delle Università Italiane che all’interno di aziende ed Enti di Formazione.


Considero le mie competenze trasversali, e questo deriva da un'innata curiosità che mi spinge continuamente a fare ricerca. Il processo di innovazione culturale e digitale che mi ispira, mi rende una professionista senior in grado di reinterpretare la relazione tra il business e la creatività artistica, promuovendo azioni più efficaci di marketing operativo.

IMG_9063.jpg

Ho sempre lavorato in gruppo, ma con autonomia, amando la collaborazione e il confronto con i miei colleghi o referenti.

L’obiettivo è trovare soluzioni che implementino davvero i risultati. Non esitate quindi a contattarmi per ricevere maggiori informazioni o consulenza.